• lunedì , 24 febbraio 2020

Agente di commercio: chi è e cosa fa

Se sei una startup e stai per lanciare la tua nuova impresa, avrai bisogno di un agente di commercio che promuova i tuoi prodotti e i servizi e acquisisca nuovi clienti.

Ma vediamo più da vicino chi è l’agente di commercio e di cosa si occupa e perché svolge un ruolo importante all’interno del processo di vendita.

Chi è l’agente di commercio

L’agente di commercio è un libero professionista che, dopo aver ricevuto l’incarico da un’azienda, agente commercialepromuove prodotti e servizi all’interno di una specifica zona geografica, in cambio di una commissione stabilita anticipatamente che si basa sulla quantità e sul valore degli affari che conclude.

Il suo ruolo è di vitale importanza all’interno di un’impresa per sviluppare il business, perché permette di far conoscere un nuovo prodotto o un servizio a potenziali clienti e promuovere contratti commerciali di vendita.

Gli obiettivi e limiti vengono stabiliti con un contratto di agenzia, che vincolo l’agente di commercio ad operare per l’azienda su di un determinato territorio. In molti casi, vi è il “diritto di esclusiva”, il che vuol dire che l’agente commerciale non può prendere altri incarichi da altre imprese nella stessa area.

Sono due le tipologie di agenti: monomandatari e plurimandatari. Nel primo caso, l’agente opera per una sola società, mentre nel secondo caso, lavora per conto di più imprese, promuovendo più prodotti e servizi contemporaneamente.

Le competenze dell’agente di commercio

L’agente di commercio viene inserito all’interno della rete commerciale dell’azienda e in quella di vendita, poiché rappresenta il punto d’incontro tra impresa e clienti.

Quando si ricerca agenti nord Italia è importante avere ben chiare le competenze che il candidato deve avere, per svolgere nel migliore dei modi la sua professione.

La finalità del lavoro dell’agente di commercio è quello di sviluppare vendite all’interno delle aree affidate, occupandosi in prima persona delle trattative, dell’acquisizione dei clienti, della gestione del portfolio e della stipula dei contratti. Inoltre, deve dare supporto al settore marketing e vendite all’interno dell’azienda.

Queste competenze vengono acquisite con esperienza e conoscenza, in particolare, un buon agente commerciale deve conoscere approfonditamente il settore merceologico di riferimento dei prodotti e dei servizi da promuovere, nonché un’ottima conoscenza del territorio.

Tutte le aziende hanno bisogno continuamente di raggiungere nuovi potenziali clienti a cui proporre prodotti e servizi, per questo motivo la figura dell’agente di commercio è molto ricercata in tutti i settori.

Dopo aver ricevuto il mandato, l’agente commerciale può lavorare autonomamente, senza obblighi di orario o altri vincoli di subordinazione, può gestire il proprio tempo come meglio crede e utilizzare tutti gli strumenti che possono aiutarlo a raggiungere gli obiettivi di vendita.

L’agente ha diritto alle provvigioni sui contratti che conclude, queste si aggiungono al compenso fisso concordato e costituiscono la maggior parte del guadagno del professionista. Molte aziende prevedono nel contratto premi e bonus al raggiungimento di obiettivi, un modo per motivare e incentivare il lavoro dell’agente di commercio.

Related Posts