• venerdì , 3 aprile 2020

Il potere delle candele, colori e significato

Le candele vengono accese per creare un legame con il divino, il fuoco è uno dei 4 elementi più candele significatoutilizzati in ambito religioso e spirituale.

La candela porta luce e la sua fiamma splende sia sul piano fisico che astrale, ma il suo utilizzo è diffuso anche in ambito profano.

La candela rappresenta l’anima mentre la fiamma la preghiera che rivolgiamo verso Dio, l’Universo o qualsiasi altra entità.

L’uso della candela in ambito esoterico prevede che questa venga realizzata seguendo degli schemi specifici tramandati nella tradizione, alcuni la ungono con oli appositi per consacrale e prepararla per essere utilizzata durante un rituale.

Non solo la fiamma, anche la cera è fondamentale poiché è dotata di capacità magnetica, riesce ad assorbire i pensieri e le emozioni e a liberarli durante la combustione.

Colori delle candele

Il colore delle candele è molto importante perché ognuno corrisponde a vibrazioni diverse in grado di influenzare l’interiorità e l’esteriorità.

Il bianco simboleggia la pace, la luce, la serenità, la protezione e le candele bianche vengono spesso offerte agli angeli custodi o a figure ammirate dal consultante.

Il giallo è un colore che viene associato alle attività di tipo intellettuale, creativo e alle abilità professionali, per cui le candele di questo colore vengono consigliate per stimolare tali settori.

Il rosa è associato all’amore, ai sentimenti, all’amicizia e alla comprensione; le candele verdi vengono usate durante le cerimonie per la prosperità, per chiamare la fortuna o la vincita al gioco, nonché per favorire le relazioni sociali. È il colore della natura e richiama prosperità.

Le candele blu sono utilizzate in ambito meditativo, svolgono funzione di protezione e guarigione, mentre le candele marroni sono associate al denaro e agli obiettivi di tipo materiale.

Il rosso è collegato all’energia vitale e alla forza, le candele di questo colore simboleggiano desiderio, passione, lotta e affermazione di sé.

Le candele arancioni simboleggiano il trionfo, incoraggiano nel successo nel lavoro e nel raggiungere i propri obiettivi; le candele viola sono legati ai poteri occulti, sono ideali per divinazione e meditazione.

Le candele nere rappresentano ciò che non vogliamo, vengono usate spesso per purificarsi dal male; quelle di color argento, il colore della luna, simboleggiano le qualità femminili, mentre le dorate rappresentano ricchezza, abbondanza e status sociale elevato.

Simbologia delle candele

Le candele vengono usate per scopi divinatori in particolare in due pratiche principali: le ceromanzia, ovvero l’interpretazione della cera, e la licnomanzia, quella delle fiamme.

Nella ceromanzia la cera sciolta gocciola in un recipiente pieno di acqua fredda e le figure che si formano simboleggiano di messaggi.

Nella licnomanzia, ci sono diverse interpretazioni ma si pensa che se la fiamma saltella indica delle lotte o opposizioni, se la fiamma è molto alta è di buon auspicio, mentre una fiamma bassa e debole, simboleggia che qualcosa ostacola il lavoro o negatività.

Una candela che prende fuoco indica ostacoli e difficoltà a raggiungere i propri obiettivi; una che brucia solo da un lato indica che la richiesta o preghiera verrà esaudita per metà. Una fiamma tremolante indica la presenza di spiriti, mentre una che si spegne durante una seduta spirituale è di cattivo auspicio, vuol dire che la richiesta fatta durante il rituale non verrà esaudita.

Related Posts