• giovedì , 11 Agosto 2022

Policarbonato, quando si utilizza? Tipi di policarbonato

Il policarbonato è un materiale molto diffuso che si può trovare davvero ovunque: nelle case, nei trasporti etc.

Tecnicamente parlando, il policarbonato è un polimero che si ottiene dall’acido carbonico. Presenta molteplici  vantaggi: è leggero, ha una notevole resistenza termica e meccanica, possiede una grande lavorabilità e trasportabilità. I suoi utilizzi risalgono al 1960 e nel corso degli anni sono aumentati proprio per le caratteristiche ed i vantaggi di questo materiale: trasparenza, resistenza termica e meccanica, durezza.

Il policarbonato trova applicazione in tanti e diversi campi, in particolare in edilizia dove è usato per le coperture antigrandine e per la protezione di macchinari e macchine di movimentazione la dove sia richiesta l’ infrangibilità.

Ma le sue caratteristiche lo rendono molto interessante anche in architettura, in ambito aeronautico, nei trasporti, nell’elettronica e nell’ottica.

Con il policarbonato si possono realizzare coperture, pannelli, allestimenti interni ed esterni, rivestimenti, mobili di design, tettoie e pensiline e tanto altro ancora.

La trasparenza del prodotto è una caratteristica che rende questo materiale adatto per la di finestrature, coperture per verande, terrazzi dove è  indispensabile preservare la  filtrazione della luce. In tal senso il policarbonato risulta essere un eccellente sostituto del vetro.

Ci sono due tipologie di policarbonato: alveolare e compatto. Andiamo a conoscerli entrambi.

Policarbonato alveolare

Il Policarbonato Alveolare è adatto per tutte le soluzioni nelle quali è richiesto un elevato isolamento termico, un eccellente passaggio di luce, un ottimo rapporto peso e resistenza meccanica, massima sicurezza e resistenza, elevata stabilità delle caratteristiche fisico/meccaniche nel tempo. Il policarbonato alveolare vanta tutte queste caratteristiche.

L’impiego del policarbonato è diffuso in diversi  settori che spaziano dal settore ottico al campo militare, dal settore dei trasporti al campo aeronautico, dal settore digitale a quello medico, dal settore industriale a quello elettronico e, soprattutto nell’edilizia dove viene ampliamene impiegato per realizzare coperture serre, verande, pareti sia esterne che interne e finestrature.

Per le peculiarità di questo materiale, le lastre in Policarbonato Alveolare sono adatte per diversi impieghi, come la realizzazione di shed, lucernari, pensiline, controsoffittature trasparenti, coperture di passaggi pedonali, cabine, pensiline, pareti divisorie e parapetti, viene usato per costruire vetrate isolanti con ottima resistenza agli urti, controsoffitti, pareti divisorie, per rivestire serre dove occorre un buon isolamento termico, e dove è indispensabile un’ottima resistenza all’invecchiamento.

Policarbonato compatto

Il policarbonato compatto (PCC)è disponibile in vari spessori, formati e colori, le lastre in policarbonato compatto rappresentano l’unico materiale in grado di riunire le migliori caratteristiche di trasparenza e di resistenza.

Il policarbonato compatto è la materia plastica più resistente a graffi e urti. Inoltre vanta un’elasticità superiore alle altre materie plastiche e tende meno ad ingiallire rispetto al altri materiali. Con il policarbonato compatto si costruiscono, pensiline, coperture e tettoie in quanto richiede una lavorazione semplificata poiché si può curvare a freddo data la grande malleabilità. Il policarbonato compatto è considerato il miglior materiale dall’industria aereo spaziale. E’ infatti impiegato all’interno degli aerei, con l’obiettivo di ridurre il loro peso senza intaccare la sicurezza.

Il policarbonato si rivela, in entrambe le versioni, un materiale innovativo destinato ad essere sempre più impiegato.

Related Posts