• mercoledì , 1 Febbraio 2023

Bagni chimici: dove si usano? Perché sono utili?

Nei wc chimici, a differenza di quelli normali, l’eliminazione delle scorie viene infatti effettuata chimicamente, grazie ad un contenitore in cui tali scorie si sciolgono completamente diventando acque nere. Di conseguenza, le toilette portatili sono ora un’alternativa completa ai modelli domestici in occasione di feste ed eventi, concerti, convegni e cantieri. Questo tipo di bagno è utile anche in zone turistiche come campeggi o località balneari.

Tipologie di bagni chimici: portatili da cantiere e portatili mobili

Esistono diversi tipi di servizi igienici chimici e differiscono tra loro per il funzionamento. I bagni chimici, comunemente utilizzati nei cantieri edili, sono noti anche come bagni portatili. La classica toilette portatile utilizza un sistema di lame in acciaio. In questo caso il contenuto si deposita sulla lama, che, azionata da una leva, si ribalta gettando il residuo nella vasca di raccolta. Altri, invece, richiedono che l’acqua utilizzata per lo scarico sia prelevata da una vasca di raccolta.

Questa ovviamente deve essere prima trattata con un apposito prodotto chimico. Il miglior sistema di funzionamento resta comunque quello con sedile all’inglese, dove l’acqua pulita si trova sul fondo del wc portatile, azionata da una pompa meccanica a pedale. Dal punto di vista igienico, questo è ancora il sistema migliore, in quanto non vi è alcuna possibilità che il contenuto del serbatoio venga a contatto con la pelle. In alcuni casi, i bagni mobili sono dotati anche di lavandini, dosatori di sapone e persino vanity zone e walk-in shower.

Tra i wc chimici per eventi, oltre alla versione classica, in cui il serbatoio si trova in cabina, ci sono anche i wc in cui il serbatoio è separato dal bagno. Recentemente, utilizzando nuove tecnologie, sono state introdotte nuove tipologie di wc chimici, parliamo di wc chimici il cui interno è illuminato da led attraverso pannelli solari, oppure modelli personalizzabili con grafiche o colori. Si crea così un vero e proprio “arredo urbano”, al punto di essere considerati bagni di lusso chiamati Class Toilets.

Noleggio bagni chimici

Come facilmente intuibile, esistono società che si occupano di noleggio bagni chimici Busto Arsizio. In questo frangente risulta molto importante rivolgersi esclusivamente a professionisti del settore capaci di garantire un servizio rispettoso delle attuali normative. I bagni chimici, infatti, devono essere conformi alla norma europea “Norma UNI EN 16194” che prevede i requisiti minimi che devono avere i bagni chimici: uno spazio interno di almeno un metro quadrato, un’altezza di almeno due metri, sufficiente visibilità interna e buona ventilazione.

Quando si svolgono eventi, per garantire che non vi siano carenze di servizi essenziali come i bagni chimici, la normativa stabilisce che siano presenti almeno due bagni chimici con una capienza massima di 249 persone per eventi con un grande afflusso di uomini e donne. Nei cantieri più grandi, dove sono presenti molti lavoratori, si può allestire una struttura modulare di due o più cabine per far sì che più utenti possano entrare e uscire contemporaneamente.

Ad ogni modo, sarà anche necessario prestare attenzione ad alcuni dettagli. Uno di questi è quello della carta igienica, perché quella tradizionale presente abitualmente nelle nostre case potrebbe ostruire il manicotto. Se non abbiamo un cestino a parte, è quindi necessario comprare la carta igienica per wc chimici, che viene completamente sciolta dall’acqua.

Related Posts